Alitosi come prevenirla e combatterla

ragazza si copre la bocca

L’alitosi, conosciuta comunemente come “alito cattivo”, è una condizione davvero molto diffusa tra uomini, donne e bambini che può avere svariate cause e rimedi.

Potrebbero esserci cause patologiche o alimentari, rimedi farmacologici o naturali, abitudini da preferire ed altre da evitare per evitare la comparsa del disturbo. Insomma, prevenirla e combatterla è assolutamente possibile sa sappiamo come farlo.

Vediamo insieme!

Alitosi: tutte le possibili cause

Iniziamo analizzando le possibili cause dell’alitosi.

Innanzitutto è opportuno fare una distinzione tra le diverse categorie di cause possibili. L’alitosi può avere, infatti origine:

  • Nella bocca: questa è l’ipotesi più frequente ed in questo caso l’alitosi può dipendere da scarsa o cattiva igiene orale, da un cattivo stato di salute dei denti, da infezioni gengivali. Anche l’assunzione di determinati cibi, bevande e sostanze può determinare la comparsa di alito cattivo. Ad esempio, questo disturbo potrebbe insorgere in seguito all’assunzione di determinati farmaci come gli antidepressivi, gli antiaritmici, gli antinfiammatori e gli ipertensivi ad azione centrale.
  • Nell’organismo: l’alitosi potrebbe anche essere il segnale di un problema più grande. Sono diversi, infatti, i disturbi che tra i diversi sintomi comportano proprio questa condizione. Troviamo le malattie respiratorie come sinusite e bronchite, malattie sistemiche come diabete o disfunzioni renali e malattie digestive.

Nel 90% dei casi, le cause dell’alitosi sono da ricercarsi all’interno della bocca stessa, tuttavia se il disturbo è associato ad altri sintomi, potrebbe essere riconducibile ad altre cause. In ogni caso, rivolgetevi al vostro medico per ricercare la causa del problema e procedere alla cura.

Alitosi: tutti i rimedi

Come dicevamo, l’alitosi è una condizione assolutamente curabile sia in modo naturale e sia attraverso una terapia farmacologica. Analizziamo entrambe le soluzioni.

1Rimedi naturali

I rimedi naturali sono preferibili quando l’alitosi è di lieve entità, non persistente e non dipende da altre patologie.

Tra i numerosi rimedi, troviamo ad esempio la preparazione fai da te di collutori naturali indicati proprio per contrastare l’alito cattivo.

Un collutorio naturale molto semplice da preparare e davvero efficace contro alitosi ed afte, è quello a base di menta ed eucalipto.

Per la preparazione occorrono: 5 gocce di olio essenziale di menta piperita, 50 gocce di estratto idroglicerico di propoli, 5 gocce di olio essenziale di eucalipto e 100 ml di acqua.

Tutto ciò che dovete fare è mescolare con cura i diversi ingredienti e poi procedere con sciacqui e gargarismi. L’azione antisettica e rinfrescante di menta ed eucalipto vi aiuterà a ritrovare immediatamente un alito fresco e profumato, mentre la presenza di propoli, antibiotico naturale, vi aiuterà in caso di infiammazioni del cavo orale.

Anche i decotti sono indicati in caso di alitosi e tra le sostanze più indicate per ridurre l’alito cattivo troviamo la salvia, il rosmarino, il sedano (perfetto da mangiucchiare durante la giornata), il mentolo, il finocchio e l’anice.

2Rimedi farmacologici

I rimedi farmacologici, invece, sono utili in caso di alitosi persistente e legata a determinate patologie. In questo caso, il farmaco verrà deciso sulla base del disturbo che causa l’alito cattivo. Se, ad esempio, l’alitosi dipende da una gastrite, il medico potrà prescrivere dei farmaci antiacidi.

Dunque rivolgetevi al vostro medico di fiducia per individuare la causa del disturbo e per curarlo con la terapia farmacologica più adeguata.

Alitosi: come prevenirla

Abbiamo parlato delle cause e dei rimedi, passiamo ora ad un punto critico: la prevenzione. Spesso sottovalutata da tutti, la prevenzione è la prima e vera arma di difesa a nostra disposizione.

Ci sono, infatti, condotte che assolutamente favoriscono la comparsa di questa fastidiosa condizione, ed altre che invece ne evitano la comparsa.

3Cosa non fare

  • No al fumo: il fumo è una delle principali cause di alitosi. Inoltre, contribuisce alla secchezza delle fauci, altra causa di alitosi.
  • Attenzione all’alimentazione: la frittura, gli alimenti eccessivamente speziati, l’alcol e i cibi ricchi di tannini non sono amici del nostro alito!

4Cosa fare

  • Dieta sana ed equilibrata: per contrastare la comparsa dell’alito cattivo ci sono cibi il cui consumo è fortemente consigliato come ad esempio il limone, il mandarino, il sedano e tutta la verdura cruda.
  • Osservare una corretta igiene orale: non dimenticate mai di lavare i denti. Acquistate un buon spazzolino elettrico e lavate i vostri denti al mattino, dopo i pasti e prima di dormire. Utilizzate anche del filo interdentale e del collutorio per una pulizia davvero al top!
  • Fare controlli presso il vostro odontoiatra di fiducia con regolarità.
  • Bere molta acqua.
  • Limitare il consumo di alimenti come aglio e cipolla.

Curiosità!

Per finire, vi lascio con una piccola curiosità. Avete mai sentito parlare dell’alitofobia? Si tratta di una condizione psicologica che porta, chi ne soffre, a pensare in maniera quasi ossessiva di avere un alito insomma… poco profumato! Ed a nulla servono i controlli e le visite, il soggetto ne è convinto a prescindere.

Adesso avete tutte le informazioni utili per correre ai ripari! E voi, avete mai sofferto di alitosi? Come l’avete curata? Fatecelo sapere nei commenti!

CONDIVIDI
Gattara emotiva ed a tratti misantropa. Ho anche dei difetti.