Erborian, balsamo labbra matt e luminoso a confronto

Dal lontano Oriente arrivano questi due allettanti balsami per le labbra della Erborian, uno effetto opaco, l’altro lucido e luminoso.

Un brand all’avanguardia, che coniuga l’efficacia delle erbe della farmocopea tradizionale alla tecnologia delle formule coreane. E, in effetti, le formulazioni di questi due balsami sono piuttosto complete:

Olio di semi di Camelia del Giappone (Camellia Japonica): antiossidante e lenitivo, previene la comparsa dei segni dell’età e della disidratazione.
Squalano: protegge la pelle e ne previene la disidratazione
Cera di Carnauba 
Cera d’api
Glicerina: idratante, previene la perdita di liquidi
Burro di Karité: nutriente
Tocoferolo acetato: antiossidante
Olio essenziale di Citrus Nobilis (Mandarino)
Olio di Elicriso italiano

Nonostante la stessa base di partenza, i finish delle due varianti sono piuttosto diversi. Ma vediamoli nel dettaglio.

Matte For Lips è un balsamo effetto cipria, che regala labbra vellutate dal finish matt per un effetto bonne mine. Grazie alla texture cipria, Matte For Lips scivola sulle labbra per una piacevole sensazione di morbidezza. Si stende facilmente e lascia un leggero colore rosato opaco molto naturale e discreto. C’è però un contro: chi l’ha usato lamenta il fatto che duri pochissimo e che il potere idratante sia troppo blando per labbra con problemi di secchezza marcati. Ideale comunque per un look acqua e sapone se non si hanno labbra dalle grandi esigenze. Perfetto come base per una tinta o un rossetto matt, o semplicemente contornato dalla matita.

Il suo antagonista, Rouge For Lips, è invece un balsamo luminoso, dalla formula pigmentata che riveste le labbra di un colore intenso per un finish morbido ultra colorato. Rouge For Lips si prende cura delle labbra come un rossetto in un balsamo di trattamento, colorandole di un rosso intenso.

Entrambi possono essere applicati con le dita oppure con un pennellino, per un effetto più professionale.

Il rapporto formato/prezzo non è vantaggiosissimo, se si pensa che per un mini pot da 7 grammi si spendono quasi 20 €…ma perché precluderci uno sfizio?
CONDIVIDI